Vicino all'impresa. Soluzioni per crescere insieme

L’accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016

14 novembre 2017

precisa, modificando l’Accordo 2011 per la formazione dei lavoratori sostituendo la nota nella premessa”Ove la richiesta riceva riscontro da parte dell’organismo paritetico, delle relative indicazioni occorre tener conto nella pianificazione e realizzazione delle attività di formazione, anche ove tale realizzazione non sia affidata agli organismi paritetici.Ove la richiesta di cui al precedente periodo non riceva riscontro dall’organismo paritetico entro quindici giorni dal suo invio, il datore di lavoro procede autonomamente alla pianificazione e realizzazione delle attività di formazione.”                                 Viene così maggiormente definito il concetto di collaborazione.

L’accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 indica poi i criteri che tali organismi devono soddisfare ai fini della rappresentatività, in termini comparativi sul piano nazionale:

– consistenza numerica degli associati delle singole OO.SS.;

– ampiezza e diffusione delle strutture organizzative;

– partecipazione alla formazione e stipulazione dei contratti nazionali collettivi di lavoro (con esclusione dei casi di sottoscrizione per mera adesione);

– partecipazione alla trattazione delle controversie di lavoro.

In riferimento alla formazione specifica in modalità e-learning i corsi ammessi diventano:

– i corsi di aggiornamento per RSPP/ASPP;

– la formazione di base per RSPP e ASPP (Modulo A dei 3 previsti: A, B, C);

– la formazione generale per i Lavoratori;

– la formazione specifica per i Lavoratori (in attività a basso rischio);

– la formazione dei Preposti (punti da 1 a 5 di 8 complessivi del corso);

– la formazione dei Dirigenti;

– la formazione dei Datori di lavoro (modulo 1 e 2 di 4 previsti);

– i corsi di aggiornamento (tutte le figure);

– progetti formativi sperimentali regionali (formazione specifica dei Lavoratori e dei Preposti).

Innanzitutto la modalità e-learning per i corsi in materia di salute e sicurezza “è da ritenersi valida solo se:

– espressamente prevista da norme e Accordi Stato-Regioni o dalla contrattazione collettiva;

– nel rispetto delle disposizioni di cui all’allegato II dell’Accordo del 7 luglio 2016.

© 2014 AMPLIA.COM